Il contesto energetico siciliano

Il contesto energetico siciliano è descritto negli strumenti di pianificazione e monitoraggio:
Piano Energetico Ambientale Regione Sicilia
Bilanci Energetici Regionali
Rapporti Energia
attraverso i quali è rappresentato lo stato della realtà energetica siciliana, per ciascuno degli ambiti rilevanti.


FONTI RINNOVABILI
Nell'ultimo triennio si registra un aumento esponenziale del fotovoltaico ed in particolare del numero degli impianti installati.
Dai dati in possesso del Dipartimento, il numero di impianti è passato da 19.985 (2011) a 37.917 (ottobre 2013), con un incremento di circa il 47%. Purtuttavia, negli ultimi mesi, si registra un minore incremento di impianti installati, probabilmente correlato al contestuale rallentamento negli incentivi (esaurimento delle disponibilità del 5° conto energia).
Per quanto riguarda le altre fonti di energia rinnovabile, si registra lo stallo nel settore eolico.
Con l’entrata, quindi, in servizio di numerosi impianti di produzione da fonte non programmabile, connessi prevalentemente alla rete di sub trasmissione, il rischio di portare a saturazione alcune porzioni di rete AT, con conseguenti possibili congestioni, è elevato.


CERTIFICAZIONE ENERGETICA
Nell'ambito della certificazione energetica, in Sicilia, si constata una cospicua contrazione nel numero di attestati di prestazione energetica degli edifici. Tale contrazione mette in luce lo stato di sofferenza in cui versa, già da alcuni anni, il mercato dell’edilizia.
Da gennaio ad ottobre 2013 sono pervenuti 19.227 attestati di certificazione/prestazione energetica rispetto ai 37.440 attestati pervenuti nello stesso periodo dell'anno precedente, nonostante l'obbligo di emissione dell'attestato sia stato esteso, nel corso del 2013, anche ai nuovi contratti di affitto.

PRODOTTI PETROLIFERI
Dall’analisi dei dati sui prodotti petroliferi emerge che il petrolio estratto dai giacimenti siciliani, nel 2012 incide per il 12,6% nella produzione complessiva nazionale mentre le importazioni rappresentano oltre il 26% degli arrivi nei porti italiani.
La Regione Siciliana è la regione in cui, a gennaio 2012, la capacità di raffinazione nelle raffinerie (Gela, Milazzo, Priolo Gargallo e Augusta) è stata di 49,2 milioni di tonnellate/anno, corrispondente al 43 % di quella nazionale.
Nel triennio 2010-12 i derivati del petrolio hanno rappresentato in media oltre il 72 % delle esportazioni siciliane. Il loro valore è stato pari a 7,9 miliardi di euro, equivalenti a circa il 9 % del PIL regionale.
Alla fine del 2012 il settore petrolifero impiegava, in Sicilia, oltre 3.600 addetti diretti.

GAS NATURALE
Per quanto riguarda il gas naturale, la produzione regionale rappresenta il 3,8% della produzione complessiva nazionale.
Nel 2012 il gas importato in Italia, dalla Libia e dall’Algeria, attraverso i due punti di ingresso di Gela e Mazara del Vallo, rappresenta rispettivamente circa il 3,3 % ed il 30,3 % del totale nazionale importato, per complessivi 27.102 milioni di Smc.
Le importazioni di gas dal Nord Africa hanno registrato un aumento del 12,7 % rispetto al 2011 e a fronte di un consumo regionale di 4.237 milioni di Smc, la parte eccedente, cioè l’84,4%, è destinata al mercato nazionale.

RETE ELETTRICA
Per quanto riguarda la rete elettrica, la Sicilia è attualmente interconnessa con il Continente attraverso un unico collegamento a 380 kV in corrente alternata e dispone di un sistema di trasmissione primario costituito essenzialmente da alcuni collegamenti a 380 kV, quali “Chiaramonte Gulfi – Priolo – Isab E.”, “Paternò – Chiaramonte Gulfi” e “Paternò – Sorgente” oltre che da un anello a 220 kV con ridotte potenzialità in termini di capacità di trasporto.
La sicurezza del sistema elettrico siciliano viene mantenuta gestendo usualmente l'isola in esportazione, nel 2012 l'export di energia elettrica è stato pari a 1.252,9 GWh, a fronte di una produzione nel 2012 (in leggera diminuzione rispetto al 2011), di 23.354,9 GWh.

Questa sezione del Portale ha l’obiettivo di:

  • descrivere i servizi offerti dal Portale siciliano per l’energia;
  • rappresentare le modalità di raggiungimento della Sicilia dell’Obiettivo 2020 attraverso il Decreto Ministeriale Burden Sharing;
  • consentire la consultazione ed il download del PEARS e dei Rapporti Energia;
  • consentire la partecipazione al processo decisionale ed alla pianificazione energetica da parte del partenariato istituzionale e degli  stakeholders  attraverso un forum dedicato;
  • fornire informazioni sugli incentivi e gli strumenti di sostegno per il risparmio e l’efficienza energetica
  • promuovere le buone pratiche in Sicilia per la riduzione dei consumi e delle emissioni attraverso la divulgazione dei Casi di successo.

help desk