Impianti termici in Sicilia / Chiarimenti

A seguito delle numerose segnalazioni ricevute, la Regione Siciliana intende fornire alcuni chiarimenti relativamente alla registrazione degli impianti termici.

Ai sensi di quanto disposto dal DDG 984/14, il Dipartimento Energia ha inteso prorogare in maniera definitiva il termine ultimo per la registrazione degli impianti termici sul Catasto (CITE). Ciò tuttavia non preclude la possibilità di continuare a registrare gli impianti al catasto anche successivamente alla data di scadenza del 7 aprile 2015.
Il portale infatti rimarrà accessibile per la registrazione degli impianti termici (sia i nuovi che gli esistenti).
In merito a quanto disposto dall' art. 4 del DDG 556/14, si chiarisce che, nell'ambito delle prerogative del Dipartimento e al fine di evitare ogni possibile disagio nei confronti degli utenti e manutentori, i controlli non saranno avviati immediatamente dopo la scadenza del 7 aprile.
Risulta comunque evidente che la materia trattata viene determinata in particolare da quanto disposto dall'art. 8 del DPR 74/13 che obbliga l'emissione, per determinate potenze e tipologia di impianti termici, del rapporto di controllo di efficienza energetica e l'invio in copia alla Regione.
Pertanto tutti coloro che non saranno in regola con quanto previsto dalla normativa vigente saranno sanzionabili da parte degli organi di controllo.
Ciascun manutentore e/o titolare di impianto si assume la propria responsabilità nell'applicazione o meno di quanto previsto dalla normativa.
Gli impianti, con manutenzioni eseguite già dal 2012/2013 e con rapporto modello G, possono essere caricati nel CITE in quanto la trasmissione del rapporto per la maggior parte degli impianti (fino a 100 kW) dovrà essere trasmesso ogni 4 anni alla Regione.


help desk