Start up Patto dei Sindaci

Programma di ripartizione di risorse ai Comuni della Sicilia, al fine di "promuovere la sostenibilità energetica-ambientale nei comuni Siciliani attraverso il Patto dei Sindaci" (GURS n. 55 del 13 dicembre 2013)

Obiettivo e Finalità

Promuovere e sostenere i Comuni siciliani supportandoli:

 

o  nell'adesione formale al Patto dei Sindaci;

o  nella predisposizione di un inventario base delle emissioni (IBE) di CO2, relativo all’anno 2011, attraverso una specifica Piattaforma WEB dedicata;

o  nella redazione e l'adozione del Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (PAES);

o  nella predisposizione di un sistema di monitoraggio degli obiettivi e delle azioni previste dal PAES;

o  nell'inserimento delle informazioni prodotte nella piattaforma web predisposta;

o  nel rafforzamento delle competenze energetiche all'interno   dell'Amministrazione comunale;

o  nella sensibilizzazione della cittadinanza sul processo in corso.

 

Beneficiario

 

Soggetti beneficiari del programma sono tutti i Comuni siciliani, in forma singola o associata, che hanno aderito al Patto dei Sindaci e ne facciano validamente parte alla data di presentazione dell’istanza di contributo.

Modalità di presentazione

 

Le istanze di assegnazione dei contributi potranno essere presentate, secondo un procedimento a sportello, a decorrere dal 31 marzo 2014 e sino al 31 gennaio 2015 e dovranno esserecorredate da:


1.     
delibera del Consiglio comunale di adesione al Patto dei Sindaci in corso di validità, compresa l’eventuale proroga, ai sensi delle condizioni e dei termini di partecipazione al Patto medesimo;

 
2.      notifica di accettazione dell'adesione al Patto dei Sindaci da parte del Covenant of Mayors Office (CoM Office);

 
3.      Elenco comunale degli edifici di cui alla Legge 3 agosto 2013, n. 90, articolo 6, ordinato per priorità di intervento assegnata dal Comune;

 
4.      delibera del Consiglio comunale di approvazione del PAES;

 
5.      Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (PAES);

 
6.      "Modulo SEAP (Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile)", che la  Commissione Europea chiede di compilare online all'atto di invio del Piano;

 
7.      breve relazione di progetto (max. 3 pagine) contenente una sintetica descrizione delle attività svolte e, in particolare, delle attività di formazione dei dipendenti comunali e sensibilizzazione della cittadinanza nonché dei riscontri ottenuti;

 
8.      attestazione resa ai sensi del DPR 445/2000 da parte del  responsabile  del procedimento in ordine alla conformità delle procedure seguite nell'affidamento delle prestazioni finanziate ai sensi del presente Programma;

 
9.      idonea  documentazione  giustificativa  di  spesa, anche non quietanzata ai soli fini dell'erogazione dell'anticipazione;


10.   comunicazione del JRC della  Commissione Europea  di  approvazione  del PAES, obbligatoria ai fini dell’erogazione del saldo.


Copertura finanziaria e modalità di erogazione

Le risorse finanziarie complessivamente disponibili ammontano a € 7.641.453,00.


Il contributo per ciascun Comune è costituito da una parte fissa, crescente per fascia  demografica di appartenenza, e da una parte variabile, proporzionale al numero di abitanti residente.


Il contributo è erogato a integrale copertura delle spese ammissibili  sostenute dal beneficiario, nei limiti del quadro di riparto, secondo le seguenti modalità:

 

o  una prima quota a titolo di anticipazione alla presentazione del PAES nella misura del 40% del contributo massimo concedibile; 

o  la restante quota a saldo nella misura del 60% dopo l’approvazione del PAES da parte del JRC della Commissione Europea.

Referenti

La  struttura  di  gestione  dell’intervento  è  il  Servizio  IV Gestione  POR  e  finanziamenti del Dipartimento regionale Energia.

 

help desk